Tec, la rivoluzione partita dal basso. Del Rosso:”Ora per guardarci dovranno alzare gli occhi”

Roberto Del Rosso

La parola d’ordine è sempre stata la stessa: RIVOLUZIONE.

Rivoluzione nei modi di pensare lo sport, rivoluzione nel modo di praticarlo, rivoluzione nel modo di raccontarlo. Rivoluzione, soprattutto, nel modo di gestirlo e renderlo economicamente sostenibile.

La Tec, quando nacque nel settembre 2017 grazie alla Asd Polisportiva Sport Communication, ha sempre perseguito un solo unico obiettivo: rivoluzionare il calcio amatoriale e scrivere la storia.

Storia che, Roberto Del Rosso, ha iniziato a raccontare da più di un anno, affermandosi come punto di riferimento dell’intero direttivo associativo. E stasera, con l’avvio del calcio a 11, un primo cerchio si chiude.

“Il nostro è un lavoro impostato sul lungo termine – afferma il componente del Gruppo Arbitri Marche – con sacrificio e umiltà siamo arrivati ad organizzare il nostro terzo campionato ufficiale. Il nostro lavoro si basa su umanità, trasparenza, onestà e determinazione. Nessuno ci ha regalato nulla, tutto quello che abbiamo fatto è arrivato grazie al sudore e al lavoro costante quotidiano. In meno di due anni abbiamo rivoluzionato il calcio amatoriale. Qualcuno ha detto al nostro presidente che era troppo basso per arbitrare ma, adesso, quelle stesse persone, per guardarci dovranno alzare gli occhi”.

Lascia un commento